Bando Regione Lazio

Con grande soddisfazione vi annuncio che sono in arrivo 500mila euro dalla Regione per la messa in sicurezza degli impianti sportivi del Lazio. È stato pubblicato sul B.U.R.L (supplemento n 149 al BURL n 32) il 28 agosto l’avviso con cui vengono messi disposizione questi fondi fino a concorrenza dell’80% della spesa sostenuta dal club. Unica condizione: i finanziamenti verranno erogati per ora solo a enti pubblici: società, associazioni e federazioni sportive o enti di promozione sportiva che in qualità di gestori hanno la concessione di impianti pubblici. Si tratta solo della prima tranche di finanziamenti prevista dalla Legge Regionale N. 11/09 approvata lo scorso 6 aprile a cui seguiranno altri interventi finanziati dal capitolo di spesa La legge, frutto anche del forte impegno espresso dall’Associazione Alessandro Bini, è il primo obiettivo verso la totale messa in sicurezza di ogni impianto sportivo del Lazio.
Dalla approvazione della legge alla pubblicazione dell’avviso sono passati solo cinque mesi, poco tempo che ha visto impegnate tante persone, comprese figure istituzionali, alla quale rivolgo i miei personali ringraziamenti per aver accolto la domanda e che ci ha permesso dopo la scomparsa di Alessandro di onorare l’impegno preso nei confronti di tutti i ragazzi che amano praticare sport in un ambiente dove la sicurezza della struttura è una garanzia di vita.
Ora, dobbiamo evitare che anche una minima parte di questi 500 mila della Regione vada persa.
Le domande si possono fare per gli interventi urgenti delle strutture di proprietà pubblica e concesse a privati. E’ importante che queste giungano in gran numero entro il 28 settembre, per consentire così di sbloccare, il prossimo anno, altri interventi finanziati dal capitolo di spesa e previsti dalla succitata Legge.
Questo primo passo verso la messa in sicurezza rappresenta un piccolo grande successo dell’Associazione Alessandro Bini, che ha così dimostrato di voler essere a fianco delle società sportive, e che si renderà disponibile per ogni chiarimento per la compilazione della domanda ai seguenti numeri telefonici: 06/71054889 06/71546786 dal lunedì al venerdì dalle ore 10,00 alle ore 12,30 oppure inviando una richiesta all’indirizzo e-mail info@associazionealessandrobini.org
Il testo dell’avviso in pdf può essere scaricato da questo sito ed è pubblicato sui siti: www.regione.lazio.it
(home page), www.culturalazio.it
Un caro saluto a tutti.

Delia Santalucia Bini

scarica il bando >>>> clicca qui




DAL COMUNE DI SPIGNO (LT)

La proposta del consigliere Salvatore Vento al sindaco Franco Simeone

Migliorare la sicurezza degli impianti sportivi comunali di Spigno. E’ a fronte di questo obiettivo che il consigliere di minoranza, Salvatore Vento, ha proposto in questi giorni al sindaco Franco Simeone, all’assessore alla cultura, Elisa Pia Orgera e ai lavori pubblici, Gianni Ceschi, l’adesione al bando disposto dalla Regione Lazio che promuove una serie d’interventi a sostegno della diffusionee della sicurezza nello sport. «Nel Comune di Spigno – dichiara l’esponente dell’opposizione – è presente una struttura sportiva polivalente in via Silvio Pellico la quale necessità di interventi per la sua messa in sicurezza in modo da rendere maggiormente fruibile ai cittadini una realtà comunque già avviata e richiesta, come dimostrano gli annuali tornei di volley che si svolgono». L’iniziativa, infatti, ha tra le sue priorità quella di «bonificare» gli impianti sportivi dalle situazioni di rischio per l’incolumità di chi pratica attività agonistica, dovute spesso alla presenza in quei luoghi di elementi poco sicuri. Gli stessi, in pratica, che possono annidarsi nella struttura del Comune aurunco. A tale proposito la Regione ha disposto un contributo finalizzato ai progetti con una duplice azione: il rivestimento e la rimozione di elementi cosiddetti a «rischio». «Il bando – conclude Vento – scadrà il prossimo 28 settembre, mentre non sarà finanziata più di una domanda per ciascun richiedente e l’importo non potrà superare i dieci mila euro. Potrebbe però indirizzare ulteriori risorse regionali al Comune di Spigno, permettendo così di intervenire in modo deciso sulla questione della struttura polivalente».

Fonte: Latina Oggi del 19/9/2009