Il presidente della Regione Michele Iorio ha firmato ieri l’accordo di programma con i sindaci dei paesi interessati

Impianti sportivi, arrivano i fondi
Regione Stanziati 3 milioni e 500 mila euro per le strutture di 35 comuni

CAMPOBASSO Tre milioni e cinquecentomila euro per riadeguare e migliorare l’impiantistica della regione.

Un intervento abbastanza cospicuo che la Regione ha voluto adottare per qualificare una serie di impianti comunali in diversi centri del Molise. La somma servirà, infatti, a rifare il look a strutture sportive in 35 Comuni. Uno sforzo notevole per l’amministrazione regionale a cui però il Governatore si è sottoposto senza problemi pur di soddisfare le istanze delle Comunità interessate e quindi degli amministratori dei Comuni a cui sono state destinate le risorse: «Uno sforzo per ammodernare le nostre strutture sportive – ha detto Iorio – e per renderle capaci di svolgere appieno il loro ruolo di aggregazione sociale». Il Presidente della Giunta regionale, Michele Iorio, ha firmato, perciò in mattinata, insieme ai Sindaci di 35 comuni del Molise, l’Accordo di Programma relativo alla realizzazione di interventi a favore dell’impiantistica sportiva nei rispettivi territori di competenza. Già in passato la Giunta Regionale aveva stanziato cospicue risorse per l’ammodernamento e la realizzazione di strutture sportive in altri 40 comuni del Molise. All’incontro, cui hanno partecipato numerosi Sindaci, sono state illustrate le linee guida del documento programmatico e il disciplinare di concessione dei contributi necessari alla concretizzazione o al miglioramento delle strutture sportive. «Il miglioramento dei nostri impianti sportivi – ha continuato il presidente Iorio – rappresenta, senza dubbio, una priorità, considerato il valore aggregativo che essi hanno per molte comunità sparse in varie zone della regione. Consapevole di questo, il Governo regionale ha impegnato risorse considerevoli per l’impiantistica sportiva cercando di intervenire in ogni comune del Molise. Il tutto mantenendo sempre vivo il rapporto con le amministrazioni comunali, per ascoltarne i bisogni e concretizzare le opere che i cittadini chiedono e che sono utili a migliorare il loro livello di vita». Naturalmente l’opera di ristrutturazione dovrebbe continuare nel tempo per mettere a norma l’impiantistica regionale e per ridare maggiore tranquillità e confort alle società sportive e al pubblico che partecipa alla vita sportiva delle comunità. Al.Cia.