Sport: venti milioni di euro per dare ai giovani strutture più moderne e più sicure

Alessandro è morto sbattendo contro un rubinetto mentre giocava a calcio. Aveva 14 anni. Vogliamo trasformare questa tragedia in un impegno per la giustizia. Investiamo 20 milioni di euro per garantire a tutti i giovani il diritto di fare sport in strutture più moderne e sicure

IMG_9083

Alessandro Bini è morto a 14 anni mentre giocava a calcio, sbattendo contro un rubinetto a bordo campo.

Oggi ho premiato i ragazzi che hanno vinto il torneo ‘Natale per Ale’ in sua memoria.

Vogliamo garantire a tutti i giovani il diritto di fare sport in strutture più sicure e più moderne. Per questo abbiamo deciso di investire 20  milioni di euro. A breve pubblicheremo il bando, che sarà rivolto ad associazioni e federazioni sportive, privati ed enti pubblici.

In questo modo trasformiamo la tragedia che è capitata ad Alessandro in un impegno collettivo per la giustizia. Lo sport è un momento importante per la vita delle persone e per l’aggregazione sociale. Garantire la sicurezza è la nostra priorità.

Per questo abbiamo fatto un accordo con il Coni per il monitoraggio delle strutture, e siamo al lavoro anche per rilanciare la Consulta regionale per la sicurezza nello sport.